Diritto allo Studio – Precisazioni

Data:
7 Dicembre 2023

Sono pervenute a questi Uffici reclami circa la correttezza della Graduatoria Provvisoria 2024 del Diritto allo Studio.

Si precisa che:

ai sensi dell’Art.1 del CCIR, è ammesso prioritariamente il personale con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, incluso il personale in utilizzazione ed assegnazione provvisoria, sia che presti servizio a tempo pieno e pertanto con diritto alla fruizione completa del monte ore, sia in part–time con fruizione proporzionata all’incarico, comma 1) lettera A).

Il personale con rapporto di lavoro a tempo determinato, di cui alle successive lettera B) e C) del citato articolo è ammesso, nell’ordine, al beneficio nei limiti dei contingenti di cui al successivo art.3, subordinatamente al soddisfacimento delle domande del personale di cui alla precedente lettera A).

In estrema sintesi: in via prioritaria devono essere soddisfatte le istanze, regolari, del personale a tempo indeterminato, e successivamente quelle prodotte dal personale a tempo determinato, secondo l’ordine di priorità fissata dal successivo Art.6.

Si sottolinea, inoltre, che:
-il tetto individuale è di 150 ore per anno solare e la percentuale massima del 3% del personale in servizio. Questo limite non consente di estendere ad un numero maggiore di dipendenti il beneficio in esame, anche se le ore fruite pro-capite sono inferiori al numero di ore massimo previsto.( ORIENTAMENTO APPLICATIVO ARAN M_59)
-I corsisti iscritti presso Scienze della Formazione Primaria devono essere inseriti nella tipologia B ( ARTICOLO 6 comma 2 lettera A)  e non nella tipologia A secondo nota USR TOSCANA

Ultimo aggiornamento

5 Gennaio 2024, 09:16